Collegamento Pinzolo - Madonna di Campiglio: sono inorridito

Qui discutiamo in maniera più approfondita e seria sulle località sciistiche italiane e straniere. Nuovi impianti, progetti di ampliamento, sviluppo turistico..
niki_82
livello: virate
Messaggi: 82
Iscritto il: 13 giu 2007, 10:50

Messaggio da niki_82 » 03 dic 2007, 23:30

Si, hai ragione. Infatti quando scrivo che bisogna prendere degli impianti e fare delle piste, è ovvio che le piste non sono mai un problema anzi un piacere :lol:
In realtà volevo far trapelare un altro mio pensiero, che non sono riuscito a far trapelare: il collegamento, che secondo me sarebbe comunque molto utile oltre che comunque "voluto" un po' da tutti, si potrebbe fare in altro modo. Potrebbe essere più efficiente, più comodo, magari più rapido.... e perchè no: meno "invadente" sulle montagne.
La scelta di tagliare fuori Mavignola e farcela rientrare "forzatamente" con quella cabinovia tratteggiata, proprio non la capisco.

Avatar utente
maxtomli
livello: spazzaneve
Messaggi: 39
Iscritto il: 25 ott 2007, 11:19
Località: Monza

Messaggio da maxtomli » 04 dic 2007, 09:39

Mobilità sostenibile... Sostenibile significa "che si può sostenere". Sinceramente non sono contro lo sviluppo delle località sciistiche ne contro lo sviluppo degli impianti,se questo non danneggia SENSIBILMENTE la natura. In questo caso, non vedo nulla che possa riprendere la definizione esposta sopra, per vari motivi:
1) Immaginate la quantità infinita di piloni necessari per fare un collegamento del genere, provate a pensare alla quantità di olio che possono perdere gli ingranaggi, le ruote, le corda che cadendo va ad inquinare ciò che per millenni è rimasto vergine e puro, camion su camion per la sua realizzazione opere di manutenzione con gru, operai che calpestano il terreno con scarpe da lavoro ecc ecc. Non stanno andando ad operare a 3000 metri dove non c'è NULLA se non le rocce, vanno ad operare a 1200 dove il bosco vive respira ed offre rifugio agli animali. I vivai del Brenta sono uno spettacolo, vengono da tutto il mondo per contemparli e loro cosa fanno??? li radono al suolo!
2) immaginate la quantità di gente che inevitabilmente si riverserebbe sulle piste da sci provenienti ad Pinzolo e tutti i comuni limitrofi. La valle è cresciuta a dismisura, la domanda di appartamenti è sempre maggiore e questo si può chiamare sostenibile??? Campiglio nelle ore di punta è al collasso, provate a sciare al Grostè nei giorni di prima di capodanno, sembra un formicaio, io per trovare un po di pace devo scappare sulla cinque laghi o rifugiarmi sulle nere.
3) Immaginate la quantità di rifiuti che la gente, decuplicata, lascerebbe sulle piste già adesso tra mozziconi di sigaretta, racchette, guanti, fazzoletti è uno schifo, non oso pensare con la massa di gente che si sposterebbe da Pinzolo verso Campiglio. si perchè se dovessero far questo collegamento scellerato Pinzolo verrebbe abbandonata come è successo con Folgarida e Marilleva.
3) In realtà non viene creato nessun nuovo collegamento sciistico, chi sale con l'ovovia, scende con l'ovovia e quindi trattandosi semplicemente di un collegamente meccanico, tanto vale creare una fila interminabile di pullman, possibilmente elettrici e gratuiti, che da Pinzolo colleghi S. Antonio di Mavignola e poi Campiglio.
4) Come mai S. Antoni di Mavignola rimane fuori dalla rotta principale?semplice così ne costruiscono due,ci mangiano di più e il costruttore padrone di mezza valle di cui non faccio il nome ci guadagna in doppio... mi sembra naturale, no? tanto chi se ne frega di quei poveracci che d'estate si incamminano lungo i sentieri di montagna, verso l'Alimonta, per godersi lo spettacolo delle Dolomiti e sono costretti a far cadere l'occhio su ciò che può essere definito come una pugnalata alla montagna.

A me sembra tutta una follia, al posto di preservare e progettare il miglioramento delle strutture di collegamento veramente sostenibili tra i vari paesini della valle (si potrebbe anche pensare ad un trenino che corre lungo la strada, un po come in Svizzera) qui si progetta la distruzione ed il degrado di un ecosistema tanto fragile quando bello.

Massimo Tomaselli
L'ennesimo sballato in un mondo di sballati!

niki_82
livello: virate
Messaggi: 82
Iscritto il: 13 giu 2007, 10:50

Messaggio da niki_82 » 04 dic 2007, 14:16

Si infatti non ho ben capito perchè non si possa fare una cosa stile Zermatt, trenino interamente dedicato agli sciatori. Ho letto che gli ambientalisti sarebbero contrari anche al trenino di superficie perchè eccessivamente invasivo (oltre ad essere contrari all'attuale progetto).
La speculazione edilizia è una piaga che non risolveremo mai perchè a livello politico e amministrativo è molto forte. Io mi chiedo dove stanno andando a finire tutti quei meravigliosi paesi di montagna che, "votati allo sviluppo turistico", stanno sollevando tutti i loro edifici di alcuni piani e stanno "occupando" sempre più territorio con nuovi edifici. Ma chi va in montagna ci va per vedere quello che può vedere in città o per avere qualcosa di più "piccolo", più "a misura d'uomo"?
Aborro gli orrori allucinanti del Sestriere, del Tonale, di Marilleva... e tanti altri ancora.
Tanto poi le piste, più di quelle, non possono essere.

In Trentino si fa tanto richiamo allo sviluppo di un turismo sostenibile che però nella pratica di sostenibile non ha niente.
Io fondamentalmente mi auguro che l'attuale progetto di collegamento tra Pinzolo e Campiglio venga bocciato. Mi auguro altresì che il problema di collegare i paesi (e quindi anche le stazioni sciistiche) venga risolto in maniera alternativa, perchè sappiamo tutti che chi alloggia a Pinzolo va sempre a fare una "gita" a Campiglio. Oltre al problema dei lavoratori, ovviamente.
Sulla speculazione edilizia, il sovraffollamento delle piste, il caos nel "traffico" automobilistico e sciistico.... bhe, quello fondamentalmente è un problema Proivinciale e Comunale.
Nello specifico, se a Pinzolo stravince un sindaco che appoggia quel progetto, beh, allora la colpa sta in chi lo vota fregandosene delle conseguenze ambientali. Così pure in chi doveva pubblicizzare lo "scempio" creato dal progetto.
Per tutto il resto c'è la legge. Se non si rispetta quella, ci sono i ricorsi. Poi vabbè.... in Italia siamo gli specialisti dei ricorsi :lol:

Avatar utente
lotharmatthaus
livello: sci totale
Messaggi: 2942
Iscritto il: 03 lug 2006, 14:10
Località: Monza

Messaggio da lotharmatthaus » 04 dic 2007, 14:26

trenino? i costi e i tempi di realizzazione non sono nemmeno paragonabili...

niki_82
livello: virate
Messaggi: 82
Iscritto il: 13 giu 2007, 10:50

Messaggio da niki_82 » 04 dic 2007, 14:32

lotharmatthaus ha scritto:trenino? i costi e i tempi di realizzazione non sono nemmeno paragonabili...
Meglio attendere qualche anno ed avere "la soluzione ottimale" piuttosto che avere subito una soluzione altamente invasiva e magari parziale.
Ovviamente non avendo la più pallida idea se il trenino costituisca o no "la soluzione ottimale", mi riferisco più in generale "alla situazione" e non "al trenino" in se :)

Avatar utente
lotharmatthaus
livello: sci totale
Messaggi: 2942
Iscritto il: 03 lug 2006, 14:10
Località: Monza

Messaggio da lotharmatthaus » 07 dic 2007, 12:03

in linea generale è vero, ma un trenino come collegamento tra le due stazionei mi pare economicamente assolutamente insostenibile...

Avatar utente
andrea
Site Admin
Messaggi: 3360
Iscritto il: 26 gen 2006, 23:01
Contatta:

Messaggio da andrea » 10 dic 2007, 10:04

Leggo testualmente dalla scheda di Madonna di Campiglio stampata sul retro delle nuove cartine in distribuzione alle biglietterie

"Di prossima realizzazione (2009) il collegamento con l'area sciabile di Pinzolo"

Alessandro
livello: sci uniti
Messaggi: 200
Iscritto il: 16 ott 2004, 11:37

Messaggio da Alessandro » 10 dic 2007, 21:18

Massimo, non sono d'accordo con te su alcuni punti

1) Se c'è troppo casino sulle piste allora è proprio il caso di aprirne altre e di disperdere la gente anche sulle piste di Pinzolo, al momento non troppo battute

2)Un trenino sul fondovalle avrebbe alti costi. Non mi sembre poi che avrebbe un impatto molto diverso da una telecabina, anzi!

3)Piuttosto che una fila interminabile di pullman come la chiami tu, preferirei ancora una volta una bella telecabina. Anche perchè poi finirebbe che la gente salirebbe comunque in macchina e non in autobus. Gli autobus ci sono già ma la gente prende comunque l'auto. Con una telecabina sarebbe diverso

4) In fondo a Pinzolo si sta costruendo un nuovo impianto sotto le seggiovie esistenti, tra l'altro senza pista. Poi una telecabina nel fondovalle e poi una terza sotto la 5 laghi di Campiglio. Quindi non mi sembra che siano zone propriamente vergini! O no?

niki_82
livello: virate
Messaggi: 82
Iscritto il: 13 giu 2007, 10:50

Messaggio da niki_82 » 15 dic 2007, 01:45

La zona su cui ci sono più "contestazioni" è l'ingresso alla Val d'Adige, con particolare riferimento a Plaza "e dintorni".

mauropd
livello: virate
Messaggi: 105
Iscritto il: 25 nov 2007, 19:17
Località: padova

Messaggio da mauropd » 15 feb 2008, 15:16

Io credo che farei il parcheggio e la cabinovia per arrivare su ai 5 laghi da Colarin.
Ma partendo da Pinzolo, o da Sant'Antonio di Mav. , salirei su con un trenino parallelo alla strada, fino a Colarin.
per scendere skiweg lungo il treno ce c'è neve, altrimenti trenino in discesa.
Dicevo da Sant'Antonio, perchè mi pare che il progetto preveda una nuova cabinovia che parta da lì verso le piste di Pinzolo con pista relativa e difficile.
Lascerei stare completamente la zona di Splaza, bellissima e incontaminata.

Rispondi