Kitz, quote per l'accesso dei casinari russi

Tutto quanto riguarda la montagna...

Moderatori: sergio, Rob_Roy, El posta sempar lu

Avatar utente
lotharmatthaus
livello: sci totale
Messaggi: 2966
Iscritto il: 03 lug 2006, 14:10
Località: Monza
Contatta:

Messaggio da lotharmatthaus » 14 feb 2007, 10:04

e ci mancherebbe :wink:

anche se non posso per l'ennesima volta riportare un passo dell'immarcescibile "VAcanze di Natale"...

De Sica prende la motoslitta, non la sa guidare e crea casino tra le piste, andando a zigziag e urlondo in romanesco... dal lato della pista di sente (accento veneto)
"FUori i romani dal veneto!!!"
"Brovo Ivo!"
"Grazie Livio"
:D :D :D :D :D :D :D

Avatar utente
Funakoshi
livello: sci uniti
Messaggi: 212
Iscritto il: 31 gen 2007, 10:03
Località: Monza

Messaggio da Funakoshi » 16 feb 2007, 00:17

Quella dei romani è naturalmente una battuta.

:lol: :lol:

Per quanto riguarda le quote, ogni stato deve rilasciare un visto turistico e può porre delle quote di recettività (extra cee naturalmente).

Ora si è deciso di applicarlo ad una cittadina anzichè ad uno stato.
salve salvinoooooooooooooooo

Avatar utente
lotharmatthaus
livello: sci totale
Messaggi: 2966
Iscritto il: 03 lug 2006, 14:10
Località: Monza
Contatta:

Messaggio da lotharmatthaus » 16 feb 2007, 10:25

ma no, non è possibile applicarlo a un comune, e ci mancherebbe, è un decisione dell'Apt locale che ha "caldamente consigliato gli albergatori", mica si può realmente contingentare l'accesso ad una comune...

Rispondi