Kitz, quote per l'accesso dei casinari russi

Tutto quanto riguarda la montagna...

Moderatori: sergio, Rob_Roy, El posta sempar lu

Avatar utente
lotharmatthaus
livello: sci totale
Messaggi: 2966
Iscritto il: 03 lug 2006, 14:10
Località: Monza
Contatta:

Kitz, quote per l'accesso dei casinari russi

Messaggio da lotharmatthaus » 09 feb 2007, 16:08

http://www.dovesciare.it/news/2007/02/0 ... -le-quote/

in effetti i turisti che vengono dall'est sono casinari e spesso casinari sulle piste... un'iniziativa del genere mi pare però eccessiva e snob. COmunque anche in ValGardena mi hanno detto che di certo non cercano di incentivare l'afflusso dall'est, per gli stessi motivi.

Avatar utente
Funakoshi
livello: sci uniti
Messaggi: 212
Iscritto il: 31 gen 2007, 10:03
Località: Monza

Messaggio da Funakoshi » 09 feb 2007, 18:06

Giusto, non esiste solo il guadagno, esiste anche il servizio.

Se le orde di Unni ti snaturano la località è giusto farlo.

VIA I ROMANI DA MARILLEVA :lol: :lol: :lol: :lol:
salve salvinoooooooooooooooo

Avatar utente
lotharmatthaus
livello: sci totale
Messaggi: 2966
Iscritto il: 03 lug 2006, 14:10
Località: Monza
Contatta:

Messaggio da lotharmatthaus » 09 feb 2007, 18:41

è un'idiozia bella e buona invece
se hai problemi sulle piste potenzi la sorveglianza

se hai clienti caciaroni prendi i buttafuori

fedest
funky ski
Messaggi: 1427
Iscritto il: 03 lug 2006, 18:20

Messaggio da fedest » 09 feb 2007, 22:13

lotharmatthaus ha scritto:è un'idiozia bella e buona invece
se hai problemi sulle piste potenzi la sorveglianza

se hai clienti caciaroni prendi i buttafuori

PATENTE A PUNTI..... ANCHE SULLE PISTE, più esame di ammissione :lol: :lol: :lol: ....vuoi vedere che ci mandano a casa anche a noi :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
El posta sempar lu
livello: sci totale
Messaggi: 1621
Iscritto il: 06 ott 2005, 15:26
Località: castellanza

Messaggio da El posta sempar lu » 10 feb 2007, 10:51

Patente a punti no, rischiamo di non sciare per un bel pezzo!

Avatar utente
Funakoshi
livello: sci uniti
Messaggi: 212
Iscritto il: 31 gen 2007, 10:03
Località: Monza

Messaggio da Funakoshi » 10 feb 2007, 12:44

non è idiozia, sulle piste alcuni regolamenti non si possono attuare, vedi sciare ubriachi.

Se è palese che alcune popolazioni siano eccessivamente moleste non si fanno entrare nel paese, soprattutto valutando costi benefici.

Cosa preferiresti vedere sulla porta dei ristoranti scritto "io non posso entrare" in cirillico?

Mettiamo i butta fuori nei ristoranti?
1000 gendarmi sulle piste ed i vigili a regolare il traffico?

Rilevatori per gli schiamazzi?

Se so che alcuni ospiti mi devastano casa io non li faccio entrare mi costa di meno che non farli entrare e poi sbatterli fuori e dover ristrutturare casa oltre al fatto che poi gli ospiti graditi a casa mia non verrebbero più.
salve salvinoooooooooooooooo

Avatar utente
lotharmatthaus
livello: sci totale
Messaggi: 2966
Iscritto il: 03 lug 2006, 14:10
Località: Monza
Contatta:

Messaggio da lotharmatthaus » 10 feb 2007, 13:02

la disciplina sulle piste è normata da una legge (363 del 2003), non vedo quindi perchè non farla rispettare... un presidio minimo e qualche multa per chi fa il pirla eccessivamente sarebbero più che suff, altro che "regolare il traffico"

Secondo punto, se uno non gradisce ospiti di qualche paese, disincentiverà quel tipo di turismo, nel senso che non andrà a fare pubblicità in quel paese etc.

:wink:

Avatar utente
Funakoshi
livello: sci uniti
Messaggi: 212
Iscritto il: 31 gen 2007, 10:03
Località: Monza

Messaggio da Funakoshi » 10 feb 2007, 13:37

idiozia o no, e questo giudizio non può essere ne assoluto ne oggettivo, parlando di paesi extra ce il tetto di ingressi è sicuramente plausibile.

Allora secondo te sarebbe stata idiozia anche quella di vietare l'ingresso degli inglesi per le partite internazionali in passato.

Secondo me è inutile aumentar i controlli solo perchè ci sono maleducati in giro, si tengono i controlli che ci sono e si vieta ai disperati di arrivare in massa.

ti ricordo che alcune località non accettano prenotazioni di gruppi di alcune nazioni nei periodi di alta stagione e difficilmente accettano due volte la prenotazione di alcuni gruppi per più di una volta nella vita.

Saranno tutti idioti e razzisti evidentemente oppure sarà che nessuno vuole gli imbecilli
salve salvinoooooooooooooooo

Avatar utente
lotharmatthaus
livello: sci totale
Messaggi: 2966
Iscritto il: 03 lug 2006, 14:10
Località: Monza
Contatta:

Messaggio da lotharmatthaus » 10 feb 2007, 13:51

no, non confondiamo cose che non c'entrano nulla.

qui si stanno facendo passare per normali delle assunzioni aberranti

1 il fatto che quelli dell'est siano tutti dei pazzi ubriaconi

2 la discriminazione di accesso secondo il principio della nazionalità di appartenenza

:shock:
3 la possibilità da parte di un ente del turismo non di puntare su certo tipo di clientela utilizzando politiche di prezzo immagine e quant'altro che detreminano un posizionamento strategico, ma di imporre quote agli albergatori...

lo scandalo non è che un albergatore rifiuti la prenotazione di un cliente che ha fatto casino l'anno prima, ma che un ente decida di che nazionalità sianoi clienti benvenuti

Avatar utente
simone79
livello: virate
Messaggi: 65
Iscritto il: 25 nov 2006, 19:07
Località: Castelli Romani

problema delicato...

Messaggio da simone79 » 14 feb 2007, 01:39

...la questione è delicata...

...certo che se io in quanto romano,beneducato, mi vedessi respingere una prenotazione perchè i romani sono tutti strilloni....beh non mi sembrerebbe una cosa bella, ne bene organizzata...forse la proposta è provocatoria...o comunque è un modo per fare qualcosa di concreto....magari vanno rivedute alcune cose...ma le quote sono sempre sbagliate sia in ammissione(vedi quelle rosa) che nel senso opposto...
Superconduction

Rispondi