Le piste più belle.

Forum dedicato alle più famose piste di sci in Italia e all'estero

Moderatori: Rob_Roy, El posta sempar lu

Avatar utente
DottorSM
livello: virate
Messaggi: 80
Iscritto il: 09 dic 2007, 02:16
Località: Bisuschio (VA)

Messaggio da DottorSM » 02 mar 2008, 01:49

Le mie piste preferite:

- Livigno - Pista Mottolino 1. Una rossa abbastanza lunga (non chiedetimi i km, non sono un tecnico in materia), che si allarga e restringe un paio di volte. Davvero veloce e divertente, con una piccola possibilità di fuoripista.

- Sempre Livigno. Arrivati in cima alla seggiovia Valandrea Vetta, tornare a Valle con tre piste diverse collegate: una blu ampia e abbastanza veloce, una nera caratterizzata da un muro discreto ed un finale più stretto ma divertente, una soddisfacente rossa per finire. Da fare tutta d'un fiato se reggono le gambe...

- Val Gardena - La longia/Seceda: pistone di 10,5 KM, in una sola parola, spettacolo (la mia morosa, che normalmente ha bisogno qualche pausa, se la fa tutta di un fiato da quanto le piace...)

- Pedraces- Tutto!!! Il S. Croce Skitour è davvero uno spettacolo, 3 piste ma davvero divertenti. Quoto in toto El Posta. La mia preferita rimane però quella che collega La Villa con la seggiovia che porta a Pedraces. Di solito è tra le prime che faccio quando sono in Alta Badia e dico "adesso mi sento davvero in vacanza!!"
Dottor SM

raffaele
livello: spazzaneve
Messaggi: 18
Iscritto il: 01 mar 2008, 15:11

Messaggio da raffaele » 03 mar 2008, 10:35

Si Andrea è quella! Tra cambi di pendenza, larghezza esagerata, lunghezza notevole e 1100 metri di dislivello ( 2700-1600), ti lascia senza gambe all'arrivo! E poi è servita da seggiovie super veloci! Ha ospitato le gare veloci femminili delle olimpiadi e discesa e Super g di coppa l'anno passato.

Avatar utente
sanvito25
livello: sci uniti
Messaggi: 228
Iscritto il: 22 giu 2008, 16:02
Località: Bologna

Re: Le piste più belle.

Messaggio da sanvito25 » 29 ago 2008, 11:22

A Cortina: Forcella Rossa. Connubio indimenticabile tra tecnica e panorami mozzafiato. Attenzione perchè è esposta a est-sud, e la neve passa da ghiacciata a sfatta in poco tempo e nel pomeriggio di nuovo a ghiacciata (appena va in ombra), con l'aggravante di essere stata sciata (o meglio "arata") per tutto il giorno. Da fare la mattina presto, già al sole dall'apertura.
in Alta Badia: ovviamente la Gran Risa, ma ve la consiglio ad inizio aprile. Sole su tutta la pista (ma con esposizione a nord e sole alle spalle, dunque la neve tiene ottimamente), "soli" in tutta la pista. IN queste condizioni può essere gustata in pieno. Non dimenticate però Pedraces e Colfosco, danno soddisfazioni.
Sempre a Cortina/Val Badia: l'Armentarola, non perchè sia una pista tecnica, ma perchè è l'unica che mi dà la sensazione di stare in modo naturale tra le montagne. senza che lo sci ne sia una violenza per il paesaggio.
In Val Gardena: Sasslong, forse più per il nome che altro, ma è sempre bellissima
In Val di Fassa: Ciampac ad Alba
A Plan de Corones: Sylvester e sue varianti
Mi rendo conto però di essere banale e ripetitivo.
E allora provate i mini-comprensori!!
Belle e lunghe la Trametsch-Plose a Bressanone, la pista che da Monte Elmo scende su Versciaco a Sesto in Pusteria, e tante altre di cui non ricordo i nomi in altri comprensori (Croda Rossa di Sesto, Civetta, ecc....)
Credetemi: ogni ski resort (o quasi) ha la sua chicca.

Alessandro
livello: sci uniti
Messaggi: 200
Iscritto il: 16 ott 2004, 11:37

Re: Le piste più belle.

Messaggio da Alessandro » 31 ago 2008, 12:17

Trametsch-Plose a Bressanone
Mai sentita, è difficile?

Avatar utente
andrea
Site Admin
Messaggi: 3360
Iscritto il: 26 gen 2006, 23:01
Contatta:

Re: Le piste più belle.

Messaggio da andrea » 31 ago 2008, 13:39

Mai sentita, è difficile?
non impossibile ma molto lunga :wink:
http://www.dovesciare.it/pista-piu-lung ... tsch-plose
A Plan de Corones: Sylvester e sue varianti
Sai che non mi ha impressionato come pista? Preferivo la Hernegg
http://www.dovesciare.it/herrnegg-brunico

Sono invece d'accordo con te per la Forcella Rossa, davvero una pista molto bella e con un tratto impegnativo anche se nn veloce!

Avatar utente
sanvito25
livello: sci uniti
Messaggi: 228
Iscritto il: 22 giu 2008, 16:02
Località: Bologna

Re: Le piste più belle.

Messaggio da sanvito25 » 01 set 2008, 22:53

La Trametsch-Plose è quella lunga serpentina tra i boschi che vedi dall'Autobrennero all'altezza di Bressanone sul lato destro della valle se vai verso il confine (a sinistra se vai verso Bolzano).

CrazyFede
livello: spazzaneve
Messaggi: 1
Iscritto il: 15 dic 2008, 15:43

Re: Le piste più belle.

Messaggio da CrazyFede » 15 dic 2008, 16:07

Ciao a tutti,
:) Sono appena tornata dalle vacanze in montagna...sono stata a Cavalese a fare una settimana bianca...ma è stata bianca proprio...non avete neanche idea di quanta neve ci sia.... più di 1 m solo in paese,incredibile!!! :D
Dopo avere fatto lo skipass settimanale la prima uscita è stata proprio a Cavalese all' Alpe Cermis...ho voluto fare la brillante, sono salita con i due tratti di telecabina e seggiovia per arrivare fino in cima , maschera e viaaaaaaaaaaa sulla famosa pista Olimpia....7, 5 km tutti in un fiato...volevo, DOVEVO provarla a tutti i costi....me ne avevano parlarto così bene!!!:-)
La famosa pista Olimpia dell’Alpe Cermis è suddivisa in tre parti : Olimpia 1, Olimpia 2 e Olimpia 3.
E’ considerata dagli sciatori esperti il fiore all'occhiello dell'Alpe Cermis: misura 7500 metri di lunghezza per un dislivello di 1400 metri. La pista dispone di numerosi cannoni per l'innevamento artificiale e, grazie all'ottima esposizione a nord e alla perizia dei gattisti, è sempre in ottime condizioni fino a stagione inoltrata.
La partenza è in corrispondenza del Paion del Cermis, a quota 2250 metri slm. Da qui si può godere di uno dei panorami più mozzafiato delle Alpi, con un colpo d'occhio che spazia dalle Dolomiti di Brenta, alle Dolomiti orientali, fino alle Alpi Austriache.
Dopo aver scattato una foto per immortalare lo stupendo panorama, non resta che iniziare una discesa davvero adrenalinica:
Il primo tratto della pista Olimpia 1 comincia subito con un bel muro in contropendenza, seguito poi da un tratto pianeggiante per riprendere il respiro. Successivamente la pista, correndo parallela alla pista Costabella, giunge al Campiol del Pel a quota 1915 metri slm ( punto dal quale è possibile prendere la seggiovia quadriposto automatica Costabella che riporta direttamente al Paion del Cermis.)
Da qui inizia il tratto più impegnativo dell' Olimpia 2:
3 km di curve mozzafiato e muri che si snodano nel fitto bosco di abeti per arrivare fino al Doss dei Laresi. Iil primo tratto non è particolarmente ripido, ma dopo poche centinaia di metri la pendenza aumenta: prima una curva a destra, poi il famoso "Cavatappi", un tortuoso sinistra-destra molto ripido ma abbastanza largo. Una volta passato il "Cavatappi", si giunge ad un breve tratto pianeggiante, dopodichè inizia il VERO ed EMOZIONANTE muro dell'Olimpia: qui la pendenza supera i 50 gradi, ma grazie all'elevata larghezza del tracciato, ogni sciatore può prendere la traiettoria a lui più adatta. Il muro è spezzato da una splendida curva sulla sinistra, per poi giungere alla stazione intermedia della cabinovia al Doss dei Laresi. Qui siamo a quota 1280 metri slm e, se siamo stanchi, possiamo riposarci presso la "Baita Dosso Larici" gustando un ottimo e caldo bombardino con la panna per riprendere un po’ di energia…
A questo punto possiamo raggiungere la stazione del Fondovalle con il tratto, recentemente realizzato: Olimpia 3. Qui la difficoltà non è elevata, soltanto media a tratti. Si parte con un falsopiano per poi imbattersi subito in un bel muro di media difficoltà e molto largo. In fondo ad esso c'è un cambio di pendenza e successivamente, dopo un altro bel sinistra-destra, inizia un lungo tratto pianeggiante che termina alla stazione del fondovalle dove si trova la partenza della cabinovia Fondovalle-Doss dei Laresi a quota 850 metri slm.
Qui la pista è finita, abbiamo percorso oltre 7500 metri di pura emozione bianca e soprattutto con gli sci ai piedi: Mi alzo per un attimo la maschera da sci e con un grande sospiro e l’adrenalina ancora nelle vene,mi giro e osservo la cima da dove sono partita, ora non mi resta che salire per riprovare di nuovo quelle forti emozioni che la montagna e la neve riescono sempre a regalarti!!!
:D

SCHILP
livello: spazzaneve
Messaggi: 36
Iscritto il: 27 ott 2009, 17:08

Re: Le piste più belle.

Messaggio da SCHILP » 24 nov 2009, 16:30

A Colere (BG) è veramente bella e lunga la pista Italia. Parte dai 2.250 ed arriva ai 1.050 del paese.

Varia, tutta un dentro e fuori da grossi massi naturali nella parte alta e pendenze seguite da falsopiani che ti fanno un po' tirare il fiato.

Ora, purtroppo, mi sembra che da circa 2/3 stagioni, la prte centrale non sia più battuta in corrispondenza di un bel muro molto tirato e continuo.

In generale le piste di Colere sono divertenti e varie tutte, anche la nuova "Vilminore". Ma la Italia è sempre la mia preferita.

Avatar utente
lotharmatthaus
livello: sci totale
Messaggi: 2942
Iscritto il: 03 lug 2006, 14:10
Località: Monza

Re: Le piste più belle.

Messaggio da lotharmatthaus » 25 nov 2009, 21:35

io ci metto la paradiso al tonale, magari anche il fuoripista sulla ex rossa...

vadoveloce
livello: spazzaneve
Messaggi: 6
Iscritto il: 26 giu 2010, 09:46

Re: Le piste più belle.

Messaggio da vadoveloce » 26 giu 2010, 10:31

Confermo Gran Risa n.1. L'emozione di passare vicino ai cancelletti di partenza della coppa del mondo. Poi nel finale dopo che ti sei fatto un culo così esci dal bosco, entri nel pianetto, ti rilassi, il sole ti bacia e sei felice.

La Risa rossa non mi piace

Santa Croce (sempre Alta Badia) molto bella, belle curve veloci. Da fare con gli sci da gigante.

A San Vigilio scelgo la Erta. Sylvester ed Hernagg sono troppo lunghe e quindi faticose. Piculin senza una curva: troppo noiosa.

La pista Paradiso al Tonale è tanto bella. Curve ampie e veloci.

Tognola a San Martino: bella, cambi di pendenza, curve veloci. La migliore del comprensorio.

Citiamo infine l'Appennino. Il migliore comprensorio vicino Roma è secondo me Campofelice. Ovindoli costa pure di più, paghi il parcheggio ed è pieno di snow-boards. A Campofelice scelgo la pista del Toro (l'ultima del comprensorio). Cortina ma piacevole e poi è sempre poco frequentata.

Rispondi